Servizi e prestazioni

BIA-ACC - Analisi clinica della composizione corporea.


INFORMAZIONI: ll dispositivo BIA-ACC è stato progettato per semplificare la valutazione, l’analisi e il monitoraggio della composizione corporea nei suoi aspetti quantitativi, qualitativi e funzionali, utilizzando una tecnologia bioimpedenziometrica multifrequenza in grado di massimizzare l’efficienza delle misurazioni anche quando applicata a pazienti affetti da disturbi a carattere infiammatorio cronico o correlati allo stress.
Adatto all’utilizzo in ogni contesto clinico, è uno strumento diagnostico non invasivo in grado di rilevare in modo preciso, rapido e ripetibile un ampio insieme di parametri relativi alla struttura corporea del paziente, evidenziandone l’evoluzione lungo il processo di recupero della performance psicofisica.

APPLICAZIONI: I processi fisiopatologici in grado di determinare variazioni della composizione corporea sono innumerevoli e la loro analisi assume particolare interesse in una gamma molto ampia di contesti, non limitati a quelli clinici e sportivi. Tra le applicazioni più consolidate e diffuse del dispositivo BIA-ACC possono essere citate: • Nutrizione clinica e dietologia • Riabilitazione fisico-motoria • Aumento della performance sportiva • Diagnostica e monitoraggio dei disturbi metabolici, gastrointestinali e cardiovascolari • Diagnostica e monitoraggio dei disturbi infiammatori cronici e delle patologie autoimmuni • Longevità e performance psicofisica • Diagnostica differenziale della sintomatologia vaga e aspecifica (MUS, Medically Unexplained Symptoms)



DETTAGLI: Il dispositivo è in grado di rilevare i seguenti parametri:

TBW Total Body Water: quantità
d’acqua corporea totale,
ECW ExtraCellular Water: quantità
d’acqua nell’ambiente extracellulare,
ICW IntraCellular Water: quantità
d’acqua nell’ambiente intracellulare,
FFM Fat Free Mass: quantità totale di
massa magra
FM Fat Mass: quantità totale di massa
grassa
ECMatrix: ExtraCellular Matrix: matrice
extracellulare
BMR Basal Metabolic Rate: kcal di
energia consumata da un individuo a
riposo
HPA axis index , PA°: indice
prognostico per l’efficienza dell’asse
HPA
Soft Tissue Minerals:
Stm Soft Tissue Mineral: quantitativo di
minerale non osseo
ECK ExtraCellular Kalium: quantità di
potassio extracellulare
TBK Total Body Kalium: quantità totale
di potassio
TBNa Total Body Natrium: quantità
totale di sodio e
TBCl: Total Body Chlor ovvero la
quantità totale di cloro
K/Mg ratio: rapporto tra quantità di
potassio e magnesio
O-PRAL: Opposite PRAL, componente
endogena antagonista al PRAL
TBW Turnover:
TBW Total Body Water: quantità
d’acqua corporea totale,
Urine: quantità di liquidi impegnati nel
comparto urinario
Respirazione: quantità di liquidi
impegnati nel comparto respiratorio
Sudorazione: quantità di liquidi
impegnati nel comparto sudore
espressa in litri
Transdermico: quantità di liquidi
impegnati nel comparto transdermico
Scambio totale: la quantità di liquidi
necessari in ventiquattro ore
Active Metabolic Mass:
Skeletal Muscle FFM: componente
muscolare della massa magra
SMI Skeletal Muscle Index: indice e
classi di sarcopenia
S-score: deviazione standard rispetto
alla media di popolazione
ALST Appendicular Lean Soft Tissue:
massa magra appendicolare
AT Adipose Tissue: tessuto adiposo espresso

AAT Addominal Adipose Tissue: area
totale di grasso addominale
IMAT Intramuscolar Adipose Tissue:
tessuto adiposo intramuscolare
Fitness Index: componente muscolare
della massa magra
Gly: quantitativo totale del glicogeno
Visceral Organs: peso viscerale
Bone:
Body Density: densità corporea
Bone: peso delle ossa
T-score: deviazione standard rispetto
alla media di popolazione
Bm: Bone Mineral: quantitativo di
minerale osseo
TBCa Total Body Calcium: quantità
totale di calcio
Bbuffer: quantità di bicarbonato
cedibile i
TBMg Total Body Magnesium: quantità
totale di magnesio
TBP Total Body Phosphat: quantità
totale di fosfati
Proteins:
TB protein Total Body Protein: quantità
di proteine totali
BCM protein Body Cell Mass Protein:
proteine presenti nel comparto
cellulare
ECF protein ExtraCellular Fluid Protein:
proteine nei fluidi extracellulari
ECM protein ExtraCellular Matrix
Protein: proteine della matrice
Cr-24\h : Creatinina urinaria, la
quantità prodotta nelle urine\24h
Cr- serum: creatinina nel siero
Cellular Analysis
BCM Body Cell Mass: massa cellulare
espressa in kilogrammi e in percentuale
ECM ExtraCellular Matrix: matrice
extracellulare espressa in in kilogrammi
FM Fat Mass: massa grassa espressa in
kilogrammi e in percentuale
BW Body Weight: peso corporeo
ECM/BCM ratio: rapporto matrice
extracellulare/massa cellulare
K/ICW ratio: rapporto potassio/acqua
intracellulare
Body Weight Target:
Current weight: peso corporeo
Ideal weight: peso ideale
Current/Ideal weight: rapporto tra
peso corporeo espresso e ideale
FM Fat Mass: massa grassa, espressa in
kilogrammi e in percentuale
FFM Fat Free Mass: massa magra,
espressa in kilogrammi e in percentuale

BMR % Distribution:
Fegato: distribuzione del Basal
Metabolic Rate nel comparto epatico
Cervello: distribuzione del Basal
Metabolic Rate nel comparto cerebrale
Cuore: distribuzione del Basal
Metabolic Rate nel comparto cardiaco
Rene: distribuzione del Basal Metabolic
Rate nel comparto renale
Muscolo: distribuzione del Basal
Metabolic Rate nel comparto
muscolare
Osso: distribuzione del Basal Metabolic
Rate nel comparto osseo
ECMatrix: distribuzione del Basal
Metabolic Rate nella matrice
Energy Distribuition
24 EE Energy expenditure: spesa
energetica totale nelle 24 ore
BMR Basal Metabolic Rate: kcal di
energia consumata in condizioni di
riposo
24 EE – BMR: Differenza tra spesa
energetica totale e basale
EEAT: spesa energetica della massa
grassa
EEVO: spesa energetica dei visceri e
organi
EEBone: spesa energetica per la massa
ossea
EESkeletal muscle: spesa energetica
della massa muscolare
EEBrain: spesa energetica della sistema
nervoso
EEIS: spesa energetica del sistema
immunitario
TEOF: effetto termico del cibo espresso
in kcal/giorno
EEspa: spesa energetica per l’attività
fisica spontanea
VO2:
VO2 – PA- R0: Volume di ossigeno
scambiato a riposo espresso in ml
(kg/min)
VO2max: Volume di ossigeno massimo
espresso in ml (kg/min)
Energy Transfer:
Gly: quantitativo di glicogeno
Glu free: quantitativo di glucosio libero
non immagazzinabile
AT up 1 month: incremento mensile
potenziale di tessuto adiposo causato
da Glu free
AT up 12 month: incremento annuale
potenziale di tessuto adiposo causato
da Glu free
Le, Lipid essential: totale dei lipidi
essenziali

 


PPG STRESS FLOW
Analisi e monitoraggio del sistema nervoso autonomo e della variabilità della frequenza cardiaca


INFORMAZIONI: Il dispositivo PPG Stress Flow, grazie a una tecnologia di misurazione pletismografica multicanale applicata alle estremità distali degli arti, permette di analizzare in modo complessivo l’attività del sistema nervoso autonomo e la variabilità della frequenza cardiaca.
L’esame condotto dallo strumento ha una durata di pochi minuti e permette lo studio e il monitoraggio diretto di tutte le funzioni del sistema nervoso autonomo e dei relativi processi di biofeedback, oltre a
favorire i processi di diagnosi differenziale dei disturbi e delle patologie a carattere infiammatorio cronico e correlati allo stress.

APPLICAZIONI: Dai contesti clinici, a quelli sportivi, alla psicologia clinica, l’analisi della variabilità della frequenza cardiaca e degli indicatori dell’attività del sistema nervoso autonomo offre un ausilio di rilievo in una crescente varietà di applicazioni:
• Monitoraggio della sindrome generale di adattamento e dei disturbi correlati allo stress;
• Diagnostica e monitoraggio dei disturbi infiammatori cronici e delle patologie autoimmuni;
• Analisi delle espressioni psicologiche e delle emozioni;
• Aumento della performance sportiva;
• Longevità e performance psicofisica.


DETTAGLI: Il dispositivo è in grado di rilevare i seguenti parametri:

Mean HR: frequenza cardiaca media.
SDNN: indice sintetico dell’HRV.
VLF power: indicatore dell’attività dei
processi più lenti del sistema
simpatico.
LF power: indicatore dell’attività
simpatica.

HF power: indicatore dell’attività
parasimpatica.
Scatter – Heart rate:
rappresentazione della variazione
della frequenza cardiaca.
Bilateral flow: rappresentazione
multicanale del flusso sanguigno.

ANS Balance: rappresentazione
della relazione fra attivazione di
sistema simpatico e
parasimpatico.


QEEG

INFORMAZIONI: L’elettroencefalografia quantitativa (QEEG) è un’analisi computerizzata della localizzazione delle onde cerebrali, che permette di rilevare l’attivazione/inibizione nelle diverse regioni del cervello.
Questa rilevazione permette di osservare i modelli di funzionamento cerebrale specifici del soggetto e di personalizzare il trattamento in base alle caratteristiche individuali.
La procedura consiste nel sistemare sulla testa del soggetto una cuffietta attillata, la quale contiene piccoli elettrodi, utili a misurare i patterns elettrici che giungono dal cervello in diverse situazioni (occhi chiusi, occhi aperti, e svariati compiti).

APPLICAZIONI: Questa procedura valutativa permette di determinare in modo altamente scientifico e obiettivo se e come i patterns di onde cerebrali di un paziente sottendono ad un’ampia gamma di sintomi e/o patologie.
La ricerca scientifica ha infatti documentato che particolari attivazioni o inibizioni cerebrali sono osservabili laddove sussistono determinate condizioni psicofisiche, tra cui:
• ADD/ADHD
• Disturbi dell’apprendimento
• Depressione
• Disturbo ossessivo-compulsivo
• Ansia
• Stress
• Dolore cronico
• Insonnia/sonno agitato
• Emicrania e cefalea

DETTAGLI: Il dispositivo è in grado di rilevare i seguenti parametri:

Alpha PF
Beta PF
Overall PF
A/T EC & EO
Alpha EC/EO
Alpha EO/TSK
Absolute R/L ratio

Relative R/L ratio
Beta % T3 - T4
Hi Beta % T3 – T4
R/L Beta power and %
R/L Alpha power and %
Swingle Ratio
Coherence

T/B EC; EO; TSK
SMR % EO
Alpha PF
Amplitudes EC; EO; TSK
Percentages EC; EO; TSK
Maps
Histograms


NEUROFEEDBACK

INFORMAZIONI: Il Neurofeedback, noto anche come EEG Biofeedback, è una metodologia non invasiva e indolore che si basa su alcuni parametri ricavati dall’attività elettrica cerebrale, e si fonda sulla plasticità sinaptica, cioè sulla capacità biologica del cervello di modificare e riorganizzare le connessioni neurali in base all’apprendimento e all’esperienza.

Come indica la parola, il Neurofeedback fornisce informazioni “di ritorno” (feedback) sull’attivazione cerebrale attraverso strumenti di monitoraggio (computer e sensori). L’attività cerebrale e i parametri individuali vengono rilevati, in maniera innocua, similmente alla registrazione di un normale elettroencefalogramma. Il paziente viene fatto accomodare su una poltrona, davanti alla quale viene posizionato un computer. Il trainer applica alcuni elettrodi sul cuoio capelluto del paziente, che hanno la funzione di rilevare l’attività cerebrale sottostante e di trasmetterla direttamente al computer, il quale, dopo averla amplificata e convertita in segnali acustici e visivi di facile comprensione, la visualizza sullo schermo. In questo modo il paziente vede in tempo reale l’andamento della propria attività cerebrale, direttamente sul computer. I parametri selezionati verranno visualizzati sullo schermo sotto forma di videogiochi che funzionano e si animano solo se il soggetto mantiene lo stato di rilassamento, attenzione o concentrazione al di sopra della soglia stabilita dal trainer in base all’analisi precedentemente effettuata (QEEG). Questa forma di allenamento permette al soggetto di modificare la propria attività EEG nella direzione desiderata, la quale corrisponderà al raggiungimento di modificazioni sintomatologiche, cognitive e/o comportamentali oggettivamente rilevabili e stabili nel tempo.


APPLICAZIONI: I protocolli di Neurofeedback sono finalizzati al riequilibrio dell’attivazione cerebrale; il trattamento viene specificatamente modellato sulle caratteristiche individuali, peculiarità che lo rende uno strumento utilizzabile in una vasta gamma di situazioni che vanno dal trattamento di numerosi disturbi dell’umore, fobie e patologie legate a deficit cognitivo-attentivi, al miglioramento delle prestazioni atletiche e sportive, fino alla gestione dello stress e aumento delle risorse cognitive in ambito lavorativo e scolastico. Tra i disturbi che possono essere efficaciemente trattati con il Neurofeedback si annoverano:

• ADD/ADHD
• Disturbi dell’apprendimento
• Depressione
• Disturbo ossessivo-compulsivo
• Ansia
• Stress
• Dolore cronico
• Insonnia/sonno agitato
• Emicrania e cefalea
• Tinnitus
• PTSD
• Sindrome d’affaticamenti cronico
• Declino cognitivo
• Peak Performance


TIPOLOGIE DI VISITA:

La prima visita comprende:

- Approfondita anamnesi sul piano clinico, nutrizionale,
fisico-motorio e psicologico/emotivo
- Test BIA-ACC
- Test PPG
- Terapia inviata via mail che include: dieta personalizzata,
attività fisica personalizzata, consigli pratici/tecniche per
ottimizzare la gestione dello stress quotidiano ed eventuali integratori laddove necessario.
- Durata media: 60-90 minuti


QEEG comprende:


- Approfondita anamnesi sul piano clinico, nutrizionale, fisico-motorio e psicologico/emotivo (se non è già stata fatta in precedenza)
- Test QEEG
- Un secondo incontro in cui viene commentato il referto e presentata la proposta di training
-  Durata media primo incontro: 60-120 minuti
-  Durata media secondo incontro: 30 minuti

Ciascun controllo comprende:

- Verifica dell’aderenza terapeutica ed eventuali modifiche 
se necessario
- Test BIA-ACC
- Test PPG (solo se necessario)
-  Durata media: 30 minuti


NEUROFEEDBCK comprende:
- Seduta di training
- Commento seduta
- Durata media: 60 minuti

N.B.: Il percorso Neurofeedback può essere integrato (anche da subito se necessario) al resto
della proposta terapeutica, in tal caso la terapia inviata via mail e i test BIA e PPG (uno al mese,
salvo situazioni particolari) sono inclusi nel prezzo.